Premio Internazionale “Domus Restauro e Conservazione”
Premio internazionale di restauro architettonico promosso da Fassa Bortolo in collaborazione con l'Università di Ferrara
Il Premio Internazionale “Domus Restauro e Conservazione” si presenta come la prima iniziativa del settore volta a far conoscere ad un ampio pubblico restauri architettonici che abbiano saputo interpretare in modo consapevole i princìpi conservativi nei quali la comunità scientifica si riconosce, anche ricorrendo a forme espressive contemporanee.

Il Premio voluto e ideato dall’Università estense in collaborazione con Fassa Bortolo vuole inoltre riconoscere la fondamentale importanza rivestita dalle imprese coinvolte nei restauri, arrivando a premiare i progettisti del settore privato o pubblico e le Ditte di restauro che hanno realizzato le opere.
II Premio è indirizzato ad individuare non solo i progettisti ma anche le imprese specializzate che hanno realizzato i lavori di
restauro per l’importanza che in questo settore rivestono le competenze imprenditoriali.
Il premio ha cadenza annuale ed è suddiviso in due sezioni:
- opere realizzate: vengono premiati i progettisti del settore privato o pubblico e le Imprese che hanno realizzato le opere
selezionate;
- progetti elaborati come Tesi di Laurea.
Sono assegnati per ciascuna sezione un Premio al primo classificato (medaglia d’oro) e due alle opere e ai progetti ritenuti, a
giudizio della giuria, meritevoli per aspetti particolari (medaglie d’argento).



Il 20 marzo 2013, nella prestigiosa cornice di Palazzo Tassoni, sede della Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara, si è svolta la cerimonia di assegnazione della terza edizione del Premio Internazionale di Restauro Architettonico “Domus Restauro e Conservazione” , nell’ambito di "Restauro"-Salone dell’arte del restauro e della conservazione dei Beni Culturali e Ambientali.
La giuria quest’anno ha premiato, con la medaglia d’oro, due casi di restauri ad alta complessità, nei quali l’attenzione conservativa si è coniugata ad una rilevante qualità architettonica e figurale.

Nella sezione tesi di laurea la medaglia d’oro è andata al progetto dal titolo
Archeologia Industriale in Abruzzo. La conservazione integrata dell’ex-zuccherificio di Avezzano, di Susi - Salsiccia dell’Università degli Studi di Chieti Pescara.

Per informazioni e dettagli:

www.premiorestauro.it