Premio Masi Civiltà Veneta
Premio che da oltre trent'anni vuole essere un riconoscimento alla presenza, al valore, all'impegno e alle realizzazioni che nei vari campi i veneti di oggi offrono al mondo, nella volontà di sottolineare come questa eredità culturale vada rivendicata e valorizzata.
E’ del 1981 la prima edizione del Premio Masi Civiltà Veneta, riconoscimento a personaggi – veneti per nascita, famiglia o adozione - che si sono distinti nei campi della letteratura, dell'arte, del giornalismo, della scienza, dello spettacolo e dell'economia, e che con la loro opera hanno promosso e valorizzato le capacità della gente veneta nei più vasti campi dell'attività umana, facendosi portatori dei valori fondamentali di questa terra. L'ideazione del Premio Masi si deve alle riflessioni sull'identità regionale condivise alla fine degli anni Settanta da tre amici veronesi: Sandro Boscaini, Presidente di Masi Agricola, lo scrittore Cesare Marchi e il giornalista Giovanni Vicentini. È originale l'oggetto del Premio: una botte di Amarone Masi, uno dei prodotti più espressivi e peculiari della terra veneta. Una commissione autorevole formata da illustri personaggi di fama internazionale seleziona di anno in anno i candidati.

La Fondazione Masi, istituita nel 2001, ha rafforzato l’ufficialità e l’istituzionalità del Premio che, forte del contributo di personaggi autorevoli e motivati, ha elaborato un progetto culturale più ampio, che si estende ad altre attività volte alla valorizzazione delle peculiarità di cui i veneti stessi stanno prendendo coscienza.


Negli anni a questo riconoscimento se ne sono aggiunti altri due di respiro mondiale. Il Premio Internazionale Masi Civiltà del Vino rivolge la propria attenzione al grande mondo della vitivinicoltura internazionale e premia le personalità più rappresentative che hanno contribuito ad esaltare l'antica cultura della vite, in una cerimonia che simbolicamente si svolge nel periodo della vendemmia, la stagione più bella e significativa per la Valpolicella e per l'intero mondo del vino.
Il Premio Internazionale Grosso d'Oro Veneziano è un riconoscimento internazionale riservato a personalità che hanno contribuito a diffondere un messaggio di cultura, solidarietà e progresso civile nel mondo. Questo premio intende ricordare i lunghi secoli di pace e di prosperità nelle diverse regioni ai confini della Repubblica Serenissima ed è simbolicamente rappresentato dalla prima moneta aurea coniata a Venezia alla fine del Trecento e usata per alcuni secoli come moneta corrente in una vasta area mitteleuropea e mediterranea.

Per informazioni e dettagli:

www.fondazionemasi.com

Masi Agricola è una:



Vai alla scheda completa nella sezione "Galleria dei Mecenati"